Blog

Cataloghi commerciali: Come realizzarli in poco tempo

La realizzazione dei cataloghi commerciali è indubbiamente una delle attività di marketing che richiedono un notevole investimento di tempo e risorse e anche una tra quelle che hanno un impatto diretto sui risultati di vendita.
La catalogazione degli articoli commercializzati da un’azienda è di per sé utile alla rete di vendita e al giorno d’oggi anche la base per poter realizzare un sito di commercio elettronico di successo.

D’altra parte il mancato aggiornamento delle informazioni o una struttura male organizzata delle stesse comporta sicuramente un costo in termini di mancato fatturato per l’azienda. Si stima infatti che il 3,5% delle vendite viene perso a causa di difficoltà di reperimento delle informazioni da parte dei clienti.
Le difficoltà nella realizzazione di un catalogo nascono dalla molteplicità delle fonti di dati necessarie per la catalogazione di un articolo e dagli usi a cui le informazioni catalogate devono essere destinate.

Oltre a una breve descrizione di ciascun articolo, (che a volte può essere differenziata in base al paese in cui viene commercializzato) le immagini del prodotto devono essere disponibili sia in alta risoluzione, utili per la stampa, sia a bassa risoluzione per la pubblicazione sul sito web aziendale o sul sito di commercio elettronico.
In alcuni casi le descrizioni e le immagini provenienti dal marketing vanno corredate con tabelle esplicative fornite dall’ufficio tecnico e a queste informazioni vanno abbinati i prezzi, normalmente disponibili sul gestionale aziendale.

Si stima che la codifica di un articolo a catalogo richieda in media 25’.
Ogni catalogo, una volta realizzato, deve poi essere tradotto in più lingue se l’azienda ambisce a una commercializzazione a livello multinazionale.
Dove la gamma di articoli a catalogo ha una destinazione nel mercato consumer, la realizzazione richiede competenze grafiche per unire le descrizioni dei diversi articoli a pagine “emozionali” che presentano un’ambientazione nella vita quotidiana del prodotto.

Ad esempio se il catalogo riguarda degli zaini scolastici l’ambientazione emozionale presenterà degli studenti che li hanno in spalla mentre vanno a scuola, se vengono presentati dei rubinetti l’ambientazione emozionale riguarderà l’utilizzo degli stessi in bagni o cucine.
Per questo molte aziende si affidano a grafici esterni per la realizzazione dei loro cataloghi benché questa scelta aggiunga un’ulteriore complessità alla realizzazione degli stessi. Un grafico esterno non conosce i prodotti in catalogo e deve dialogare costantemente con un referente interno per collocare ogni prodotto al posto giusto e il referente interno deve a sua volta dedicare altro tempo a controllare il lavoro realizzato dal grafico.

Si potrebbe aggiungere che questo dialogo non viene mai veramente a termine perché ogni cambiamento quale l’aggiunta di uno o più articoli nuovi, o il fine vita di altri articoli richiede un’attività di mantenimento e reimpaginazione del catalogo stesso.
Comunque nella realizzazione di un catalogo solo una parte relativamente piccola (dal 10% al 25% delle pagine) richiede delle capacità creative. Il resto dei contenuti, nel caso non sia stato automatizzato è un noioso lavoro di copia delle informazioni o foto (dalle fonti aziendali appropriate) e incolla nel punto giusto del catalogo.
I costi connessi alla realizzazione di un catalogo sono sempre significativi, come indicato nella seguente tabella:

Le soluzioni moderne che consentono una realizzazione veloce dei cataloghi superano proprio questa parte banale e ripetitiva del lavoro creando un hyperlink tra le diverse fonti delle informazioni e un database multimediale a blocchi come se fosse un Lego® Digitale che costituiscono la base per la creazione del catalogo o la fonte di dati per approntare il sito di commercio elettronico.

Ogni blocco è corredato da una serie di indici di metadati che consentono di stabilire l’ordine preciso con cui quelle informazioni dovranno apparire nel catalogo, scegliendole in funzione dell’utilizzo, (per cui se è destinato alla stampa le immagini del prodotto saranno quelle in alta risoluzione, mentre se è destinato alla pubblicazione sul sito web aziendale o sul sito di commercio elettronico verranno selezionate le immagini a bassa risoluzione), o del paese di destinazione per cui i contenuti selezionati saranno solamente quelli nella lingua appropriata.

Il collegamento mediante l’hyperlink alle diverse fonti di dati aziendali consente di aggiornare in breve tempo tutti gli articoli e, ad esempio un cambiamento di prezzi deciso dalla direzione e implementato sul gestionale viene rapidamente riportato sul catalogo. Questi contenuti aggiornati vengono resi disponibili in Adobe InDesign® e possono essere combinati poi facilmente con i contenuti emozionali realizzati dal creativo aziendale, che viene liberato dal noioso lavoro di copia e incolla degli altri contenuti del catalogo.

I vantaggi per le aziende che investono nell’automatizzazione di questi processi sono i seguenti:

  • Riduzione significativa dei tempi di realizzazione
  • Riduzione verticale dei costi di lavoro
  • Time-To-Market accelerato
  • Comunicazione al cliente migliorata
  • Certezza della validità delle informazioni prodotte
  • Aggiornamento e modifica delle pagine in tempo reale prima della pubblicazione con eliminazione degli errori dovuti all’immissione dei dati
  • Generazione automatica di file di stampa anche con separazione di colori, di file PDF per CD-ROM e DVD, di pagine Web
  • Integrazione, ad esempio, della gestione di ordini via internet.

Per maggiori informazioni contatta Gruppo DR alla mail marketing@gruppodr.it

Dopo aver lavorato in aziende del calibro di 3M e Pramerica decide, nel 1995, di mettersi in proprio come concessionario Xerox aprendo Informatica D&P. Successivamente entreranno a far parte del Gruppo Dr, sotto la sua guida, prima DR e poi Dr-x. Sposato, ha due figli, è amante degli scacchi, dei libri di fantascienza e dei viaggi soprattutto se a contatto con la natura.